EMG Mobility Store
Spedizione gratuita su tutto il territorio italiano
0
(0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 0 00 Articoli nel tuo carrello

Casco per bicicletta elettrica: guida all'acquisto

28 Luglio 2022
Casco per bicicletta elettrica: guida all'acquisto

Il Codice della Strada prevede l’obbligo del casco, per bicicletta elettrica e bicicletta tradizionale, soltanto per bambini e ragazzi fino al raggiungimento del 14esimo anno d’età. 

È dunque sicuramente possibile spostarsi con la propria bicicletta elettrica senza alcun obbligo di indossare il casco, tuttavia si tratta di un accessorio estremamente importante e che ogni e-biker dovrebbe tenere in considerazione, per la propria sicurezza. Soprattutto per chi ha necessità di spostarsi quotidianamente nel traffico cittadino, il casco per bicicletta elettrica può garantire un maggiore livello di protezione e sicurezza. 

Inoltre, oggi sul mercato esistono tantissimi modelli di caschi per bicicletta elettrica, sempre più sicuri, ma al contempo anche più pratici, confortevoli e dal design gradevole, lasciandosi così alle spalle l’etichetta di accessori protettivi scomodi, ingombranti o antiestetici.

Ovviamente però non tutti i caschi sono uguali: ne esistono di svariati modelli, ma anche di diverse qualità che è necessario saper riconoscere perché acquistare un casco poco sicuro o di qualità scadente può avere poco senso.

Allo stesso modo, anche la comodità vuole la sua parte, perché un casco sicuro ma troppo scomodo rischia di disincentivare il suo utilizzo. 

Vediamo quindi come scegliere il giusto casco per bicicletta elettrica e quali caratteristiche prendere in considerazione, in una sorta di guida all’acquisto al casco che fa per te.

Scelta del casco per bicicletta elettrica: 5 consigli

1. Bicicletta tradizionale vs elettrica: anche il casco cambia

Quando si pensa all’acquisto di un casco per bicicletta elettrica può venire naturale pensare alla scelta di un comune casco per bicicletta tradizionale. Tuttavia, per quanto questa scelta possa non essere sbagliata (un casco tradizionale è sempre meglio di nessun casco), esistono alcune importanti differenze tra bicicletta elettrica e tradizionale e nel loro utilizzo che rendono i caschi tradizionali non particolarmente indicati. 

Sebbene infatti i ciclisti che utilizzano bici da corsa possono raggiungere velocità anche maggiori rispetto a quelle di una bicicletta elettrica con pedalata assistita, è altrettanto vero però che con quest’ultima si mantiene una velocità media sempre piuttosto elevata, molto spesso tra il traffico cittadino. Questi due fattori rendono quindi necessaria una sicurezza maggiore e, di conseguenza, un casco appositamente pensato per la bicicletta elettrica. 

I caschi per bicicletta elettrica si differenziano da quelli per bici tradizionale perché sono progettati proprio tenendo conto delle diverse velocità e del comune utilizzo del mezzo, presentandosi quindi più robusti e più resistenti. 

Il primo consiglio è quindi di optare per uno specifico casco per bicicletta elettrica quando possibile.

2. Come riconoscere un casco per bicicletta elettrica?

Solitamente viene indicato se un casco è adatto anche per la bicicletta elettrica, tuttavia può spesso capitare di non trovare queste specifiche o distinzioni con i caschi per bici tradizionali. 

Per orientare la scelta e capire quale casco può essere adatto per la bicicletta elettrica è possibile prendere come riferimento alcuni standard tecnici richiesti specificatamente in alcuni paesi esteri in cui è previsto l’obbligo del casco per la bicicletta elettrica. In alcuni paesi, infatti, esistono precise norme che regolano l’omologazione dei caschi per e-bike che possono essere prese come confronto per la scelta del casco più adatto. 

In alternativa, puoi cercare caschi certificati per la bicicletta elettrica che, a differenza di quelli per bici tradizionale, offrono un livello superiore di sicurezza, grazie all’utilizzo di schiume anti-urti di alta qualità e sistemi di galleggiamento che riducono possibili traumi da rotazione.

3. Quali “optional” e quali no

Come abbiamo già detto, ci sono alcune differenze tra un casco per bicicletta elettrica e uno per bici tradizionale e allo stesso modo ci sono alcune caratteristiche e “optional” che possono essere particolarmente utili o meno, in base alla tipologia di casco. 

Per esempio, in un casco per bicicletta elettrica non è così fondamentale un design appositamente pensato per la massima aerazione e raffreddamento, essenziali invece in un casco per bici da corsa.

Utilizzando la bicicletta elettrica con pedalata assistita, lo sforzo è notevolmente minore e quindi è meglio optare per un casco più compatto e che garantisca più protezione, rispetto ad un “ultra-leggero”.

D’altra parte, un optional come la visiera può essere particolarmente utile per un casco da bicicletta elettrica, per una maggiore protezione da vento, sole e pioggia anche a velocità più elevate.

4. Non dimenticarti del comfort

Nella scelta di un casco per bicicletta elettrica, la sicurezza deve sempre essere messa al primo posto, tuttavia anche il comfort e quindi la comodità del casco rappresentano un importante fattore da prendere in considerazione.

Un casco comodo verrà indossato molto più volentieri e il comfort può dipendere, ad esempio, dalla vestibilità, che varia da persona a persona. Il consiglio in questo caso è di provare sempre un casco prima dell’acquisto, per trovare il modello che meglio si adatta a te.

Esistono comunque alcune caratteristiche tecniche che possono migliorare il comfort del casco che puoi tenere in considerazione, come gli interni morbidi e la leggerezza. 

Se poi il casco ha anche un bel design, allora è proprio quello perfetto!

5. Alternative tra i caschi per bici tradizionali

Se proprio non hai modo di acquistare un casco per bicicletta elettrica o hai difficoltà a trovare caschi appositamente pensati per l’e-bike, l’unica alternativa è di ricadere sui caschi per biciclette tradizionali. 

Tra questi però ne esistono innumerevoli modelli ed alcuni sono sicuramente migliori di altri per la bicicletta elettrica. 

In questo caso, il consiglio è di optare per un casco da city bike, in quanto questi modelli sono solitamente dotati di una calotta molto rotonda, chiusa e compatta a favore di una maggiore protezione e tendono ad essere molto più confortevoli dei caschi da bici da corsa.

Ti stai già facendo un’idea di quale casco per bicicletta elettrica scegliere?

Vedi tutti
Potrebbe piacerti anche
Smart mobility: cos’è la mobilità sostenibile

Smart mobility: cos’è la mobilità sostenibile

Bicicletta elettrica da donna: come sceglierla e i migliori modelli

Bicicletta elettrica da donna: come sceglierla e i migliori modelli

Storia del monopattino elettrico: come è nato il protagonista della micromobilità elettrica

Storia del monopattino elettrico: come è nato il protagonista della micromobilità elettrica

Italian Bike Festival 2022: Entusiasmo su due ruote

Italian Bike Festival 2022: Entusiasmo su due ruote

Grazie!

Ti abbiamo inviato una e-mail con un link sul quale cliccare per confermare la tua iscrizione.

Se non trovi l'e-mail verifica nello spam, oppure clicca nel seguente link per ripetere l'invio della e-mail Iscrizione newsletter.